Animali imbottiti

animali e bambole di lenciNei nostri grandi progetti c’è la produzione del Kapok, ovvero di quella qualità secondaria importata dall’ America Latina a Palermo a metà dell’ottocento, per merito del nostro Orto Botanico. Viene chiamato falso Kapok o Palo Borracho (in spagnolo albero ubriaco, per via del tronco a botte). In realtà si chiama Chorisia Speciosa e produce dei batuffoli di lanugine simile al cotone idrofilo con cui in passato a Palermo si imbottivano i cuscini. Non è il nobile Kapok (Ceiba speciosa) il cui filamento è leggero come la seta, ma quello non era adatto al clima e al terreno siciliano. Invece l’impianto di Chorisia a Palermo funzionò eccome, favorendo un piccolo commercio di materiale povero che fino agli anni settanta veniva venduto nelle botteghe di via Lattarini e Piazza S. Anna. Poi arrivò l’imbottitura sintetica e arrivarono i Pub, di cui quella zona è piena, e di Kapok a Palermo non vi è più traccia. Gli alberi però ci sono, coronano viali in gran parte della città, perché si è capito che la Chorisia è un ottimo albero ornamentale, con i suoi fiori rosa e bianchi simili ad orchidee, soprattutto perché sopporta la nostra siccità. Pare infatti che il suo tronco sia così rigonfio per permettergli l’accumulo idrico in previsione del caldo, è praticamente una pianta grassa, o succulenta.

Ma andiamo a noi, nel nostro giardino naturale abbiamo piantato due alberi di Chorisia Speciosa e siamo in trepidante attesa dei suoi batuffoli per riempire i nostri animaletti di stoffa. nel frattempo ci dobbiamo piegare all’imbottitura sintetica, ma presto arriverà il kapok, naturale e anallergico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...