Succulente

aloe veraLe piante succulente  sono quelle che noi impropriamente chiamiamo piante grasse. Sono dotate di particolari tessuti “succulenti”, tramite i quali possono immagazzinare grandi quantità di acqua. Sono infatti capaci di amministrare sapientemente l’acqua assorbita durante i periodi di pioggia e centellinarla nei i periodi di siccità, trasportandola in ogni parte della pianta che la richieda. Per la presenza del tessuto succulento, foglie, fusti e radici di queste piante diventano carnosi e ingrossati, assumendo – a seconda del tipo – forme tipiche quali quelle sferiche, colonnari, a rosetta, appiattite ecc. In un giardino che sopporta mesi estremamente caldi e siccitosi, come il nostro, non potevano mancare le succulente, anzi direi che se non facessimo nulla la superficie sarebbe rapidamente ricoperta dal principale predatore succulento presente in Sicilia, cioè il ficodindia. Trovo assai singolare che qualcuno si ostini a tentare di coltivarlo fuori dalla Sicilia, come fece una mia compagna di scuola Fiorentina, arrendendosi ai primi freddi di novembre. Per noi è quasi una jattura, se depositiamo dei rami potati dai fichidindia per disfarcene in breve tempo, quelli nel frattempo mettono radici espandendosi come un blob. Comunque domato e isolato in pochi elementi il ficodindia ha una sua amenità, così alcuni cespugli sono stati salvati dalla mia smania distruttrice. Direi che proprio non sopporto le succulente spinose, quali ficodindia e altri tipi di cactus, mentre la vasta gamma di succulente offre alcune varietà graziose e decorative, capaci di dare un aspetto verde e fresco alle parti aride del terreno. Va detto però che il fatto che siano succulente non significa che le si possa assetare per tutta l’estate, loro sopravviverebbero, evvero, ma in forma davvero misera. Io così innaffio le succulente tutta l’estate, anche di nascosto, perché con la scarsità di acqua che abbiamo in quei mesi il resto della famiglia mi fa la guerra. Tuttavia è così bello vedere le foglioline soddisfatte d’acqua di quell’erba che noi chiamiamo barba di monaco o dell’aloe vera, e quanto è bella ed imponente l’agave sazia d’acqua!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...